[28.09.2019] Unzione degli Infermi

[28.09.2019] Unzione dei malati

Le Parrocchie di Calcinato, Calcinatello e Ponte San Marco
organizzano

Santa Messa
e Sacramento dell'Unzione dei Malati

Sabato 28 settembre
Ore 15.00
Parrocchiale San Vincenzo

presiede il reverendissimo
don Angelo Calorini
Vice.Direttore dell'Ufficio della Salute Diocesano
 

Indicazioni per vivere bene la celebrazione:

  • Potranno ricevere sacramento dell’unzione solo coloro che avranno fatto pervenire i nomi nelle segreterie parrocchiali, riconsegnando il modulo qui allegato;
  • I sacerdoti saranno disponibili per le confessioni prima dell’inizio della messa dalle 14,30 alle 14,55;
  • Invitiamo familiari amici a favorire partecipazione dei loro congiunti malati alla celebrazione;
  • Chi necessitasse un aiuto per il trasporto lo segnali momento dell’iscrizione

Il sacramento dell’unzione dei malati

Il sacramento dell’Unzione degli infermi ha lo scopo di conferire una grazia speciale al cristiano che sperimenta le difficoltà inerenti allo stato di malattia grave o alla vecchiaia.
Con questo sacramento la Chiesa raccomanda gli ammalati al Signore perché alleggerisca le loro pene e li salvi.

Chi riceve questo sacramento?

L’Unzione non è il sacramento soltanto di coloro che sono in fin di vita. Perciò il tempo opportuno per riceverla si ha certamente già quando il fedele, per malattia o per vecchiaia, incomincia ad essere in pericolo di morte.
Se un malato che ha ricevuto l’Unzione riacquista la salute, può, in caso di altra grave malattia, ricevere nuovamente questo sacramento.

Chi amministra questo sacramento?

Soltanto i sacerdoti sono i ministri dell’Unzione degli infermi.
E’ dovere dei Pastori istruire i fedeli sui benefici di questo sacramento. I fedeli incoraggino i malati a ricorrere al sacerdote per ricevere tale sacramento.

Come si celebra questo sacramento?

Come tutti i sacramenti, L’Unzione è una celebrazione liturgica e comunitaria.
La celebrazione del sacramento comprende principalmente i seguenti elementi: i presbiteri della Chiesa impongono – in silenzio – le mani ai malati; pregano sui malati nella fede della Chiesa: è l’epiclesi propria di questo sacramento; quindi fanno l’unzione con l’olio, benedetto, sulla fronte e sulle mani.

Gli effetti della celebrazione di questo sacramento

  • l’unione del malato alla passione di Cristo, per il suo bene e per quello di tuta la Chiesa;
  • il conforto, la pace e il coraggio per sopportare cristianamente le sofferenze della malattia o della vecchiaia;
  • il perdono dei peccati, se il malato non ha potuto ottenerlo con il sacramento della Penitenza;
  • il recupero della salute, se ciò giova alla salvezza spirituale;
  • la preparazione al passaggio alla vita eterna.
Etichette